Domande più frequenti sul Trapianto di Capelli

/Domande più frequenti sul Trapianto di Capelli
Domande più frequenti sul Trapianto di Capelli2019-08-02T16:48:04+03:00

Il trapianto di capelli è in realtà un intervento estetico e la condizione di base che determinerà se una persona è adatta all’intervento estetico o no; in altre parole, se la persona è soddisfatta di se stessa o no.

Come faccio a sapere se sono idoneo al trapianto di capelli?

come-faccio-a-sapere-se-sono-idoneo-al-trapianto-di-capelliInoltre, se la persona prende la sua decisione e si sposta verso il trapianto di capelli, dovrebbe essere inclusa l’interpretazione di un esperto. A quel punto, ci sono alcuni criteri per l’idoneità al trapianto di capelli.

Trapianto di capelli significa che i capelli permanenti, prelevati dalla regione della nuca, vengono trasferiti nell’area calva. In questo caso, i follicoli piliferi nella zona donatrice dovrebbero essere sufficienti. Questo è un requisito principale.

Il secondo criterio; se e possibile fare un approccio estetico secondo le aspettative del paziente, perché in alcuni casi il medico e il paziente possono non andare d’accordo.

A volte le aspettative di alcuni pazienti potrebbero non essere realistiche. Questo è un altro motivo per non essere adatti al trapianto di capelli. Tuttavia, sarebbe opportuno affrontare questo problema attraverso la comunicazione paziente-medico.

La valutazione principale dell’idoneità per il trapianto dovrebbe essere fatta faccia a faccia e il paziente dovrebbe essere esaminato bene e cosi la decisione finale viene presa. Tuttavia, è possibile realizzare un’idea preliminare almeno in parte con le foto.

Per avere un trapianto di capelli, tutti i capelli devono essere caduti?

per-avere-un-trapianto-di-capelliPer fare un trapianto di capelli, non è prevista la perdita di tutti i capelli. Molte volte È difficile stabilire un criterio per il progresso della caduta. Perché non sappiamo esattamente per quanto tempo la caduta si prolungherà in quella persona.

Comunque, se l’età in cui inizia la caduta dei capelli e il suo progresso vengono seguiti bene, è possibile dare un’idea approssimata.

In particolare, la cosa giusta è prendere questa decisione ed eseguire il trapianto di capelli nel periodo in cui il processo di perdita dei capelli della persona diventa più prevedibile, come dopo 20 anni di eta’, circa a 30 anni.

Nei diradamenti leggeri, specialmente nel caso che l’attaccatura dei capelli si dirada naturalmente dietro nel futuro, non sarebbe appropriato farlo in tenera età.

Quando si verifica un’area diradata più pronunciata, cioe’ quando inizia una perdita visibile e che va un po ‘oltre il diradamento, iniziano a verificarsi condizioni adeguate per fare il trapianto.

A quel punto, bisogna dire che l’attaccatura dei capelli da formare, i risparmi sull’area ricevente e gli studi preliminari da fare, valutando correttamente la situazione della zona donatrice sono importanti.

La stagione è importante per il trapianto di capelli?

la-stagione-è-importante-per-il-trapianto-di-capelliNel trapianto di capelli, la stagione in cui l’operazione viene eseguita non ha alcun effetto sul successo dell’operazione. Può essere fatta in qualsiasi momento, in qualsiasi stagione.

Tuttavia, alcuni pazienti potrebbero non preferire i mesi estivi quando vengono considerate alcune restrizioni dopo l’operazione. La ragione di ciò è che ci sono alcune restrizioni sulla piscina e sul mare dopo l’operazione.

Soprattutto per quanto riguarda la piscina, a volte bisogna prolungare quest periodo fino a 1 mese, mentre il periodo per il mare potrebbe essere più breve . È anche necessario non essere esposti al sole intenso immediatamente dopo l’operazione.

Comunque, le stagioni non hanno alcun effetto sulla ritenzione delle radici trapiantati in chirurgia e sulla loro crescita. Da quel punto di vista, può essere fatto tranquillamente in tutte le stagioni dell’anno.

È possibile un intervento di trapianto di capelli anche nelle donne?

È-possibile-un-intervento-di-trapianto-di-capelli-anche-nelle-donneSi puo’ fare un intervento di trapianto di capelli anche nelle donne. Pero’, la valutazione preoperatoria deve essere eseguita correttamente prima del trapianto. Naturalmente è possibile impiantare in aree particolari se è verificata una perdita.

Tuttavia, molte volte, la condizione chiamata perdita di capelli femminile o diradamento è in realta’ assottigliamento dei capelli. Pertanto, non dovremmo dimenticare che a causa della diminuzione della copertura dei capelli diradati, si emerge un diverso tipo di diradamento dalla perdita di tipo maschile.

In tal caso, poiché anche le radici prese dalla parte donatrice sono sottili, potrebbero verificarsi meno copertura rispetto al caso maschile, il che potrebbe influire sul successo dell’operazione.

Pertanto, la perdita dei capelli di tipo femminile richiede generalmente soluzioni più difficili in molti casi rispetto al caso maschile. È necessario valutare correttamente le aspettative del paziente e decidere di conseguenza.

Quali sono i vantaggi della FUE rispetto ad altri metodi?

quali-sono-i-vantaggi-della-fue-rispetto-ad-altri-metodiLa caratteristica decisiva del periodo in cui è stata utilizzata la tecnica FUE è quella di cambiare il metodo applicato nell’estrazione dei follicoli piliferi. Con la FUE, i follicoli piliferi non vengono presi in forma di una grande striscia come nei metodi precedenti.

Le radici vengono prese individualmente con micromotori speciali o metodi manuali. Con questo metodo, non si applica una sutura nella zona donatrice  e  quindi non lascia alcuna cicatrice in questa area.

Questo nuovo metodo; ha fornito un aumento globale della soddisfazione del paziente e un drammatico aumento del numero di operazioni eseguite.

Negli ultimi anni, alcune applicazioni come lo zaffiro o il DHI che sono state presentate da alcune autorità come un nuovo metodo nel trapianto di capelli, pero’ non sono nuovi metodi..

L’utilizzo dello zaffiro nella FUE, significa l’apertura delle incisioni con uno strumento speciale. D’altra parte il metodo DHI e’ un’applicazione eseguita in cui i folicoli piliferi vengono inseriti nell’area ricevente uno ad uno con la penna CHOI. Queste sono applicazioni che possono essere effettuate all’interno della tecnica FUE per eseguire l’apertura dei canali e il posizionamento della radice. Pertanto oggi, lo standart d’oro del trapianto di capelli e’ la tecnica FUE.

Quali dovrebbero essere le aspettative realistiche nel trapianto di capelli?

quali-dovrebbero-essere-le-aspettative-realistiche-nel-trapianto-di-capelliNelle situazioni in cui i pazienti del trapianto di capelli a volte non hanno le aspettative realistiche, possono verificarsi alcuni problemi. Per esempio, l’aspettativa di capelli “molto densi” di un candidato che non ha radici sufficienti nell’area donatrice, non è realistica.

Un altro esempio tipico sono le aspettative sull’attaccatura dei capelli. La maggior parte dei giovani pazienti, in particolare, desidera un’attaccatura dell’eta’ di 20 anni e non vuole pensare ai potenziali problemi che questa linea potrebbe causare in futuro.

Tutte queste situazioni devono essere risolte mediante comunicazione e accordo prima dell’operazione. Altrimenti, sia il paziente che il team chirurgico non saranno felici. A questo punto, è il compito del paziente garantire un’adeguata preparazione preoperatoria.

La parte cruciale della preparazione richiede sia una seria ricerca che una consultazione con i giusti esperti. Le decisioni improvvise con entusiasmo immediato sono spesso le cause delle insoddisfazioni post-operative.

 

Ciao! Fai clic su uno dei nostri rappresentanti qui sotto e ti risponderemo il prima possibile.

Contattaci Con Whatsapp