Come chirurgo impegnato nel trapianto di capelli da 20 anni, la mia prima osservazione è che i pazienti con cui la comunicazione preoperatoria non viene stabilita correttamente, sono inclini ad essere insoddisfatti.

Prima di ogni operazione, le aspettative del paziente devono essere attentamente ascoltate dal team che esegue l’operazione e al paziente devono essere fornite informazioni dettagliate sulle sue aspettative.

Molti medici nel campo del trapianto di capelli sbagliano nel fornire le stesse informazioni di routine a ciascun paziente prima dell’intervento. Eppure ogni comunicazione è in realta uno scambio. Pertanto, la comunicazione non può essere realizzata senza considerare le aspettative, le richieste e persino il linguaggio corporeo dell’acquirente.

Rumi, un mistico turco disse in una dichiarazione sua “Non importa quante volte dici, quello che dici è limitato da cio’ che l’altra persona capisce.” Questo è lo stesso quando il narratore è il paziente. Il paziente racconta le sue aspettative, ma può sempre farle raggiungere al medico? Se no, si dovrebbe essere pronti per l’insoddisfazione dopo l’intervento chirurgico.

Compila il modulo